Antigone Edizioni S.a.S.

Via Pola 15/ A

10135 Torino (TO)

P.IVA: 09341080019

Tel. 011 3329806 / Cell. 339 7107005 / Fax 011 389972

Mail info@antigonedizioni.com


Novità

Maria Rosa Fabbrini

Bonsoir Madame la Lune. La vita incompiuta di Silvia Pons

Presentazione di Marina Jarre
Con una riflessione di Vittorio Diena

Lll'esame di documenti e testimonianze è per l'autrice il punto di partenza per una narrazione coinvolgente. Allo sguardo dello storico si accompagna la partecipazione di una donna alle vicende e al destino di un'altra donna. C'è del rimpianto nell'autrice, e nel lettore, per quanto Silvia avrebbe ancora potuto dare, ma si rimane affascinati dall'intensità con cui questa breve esistenza è stata vissuta, dagli anni giovanili nelle valli valdesi, alla Resistenza, all'attività politica, agli studi di medicina, la formazione di una famiglia, l'impegno sociale, l'interesse per la psicologia. E ancora le amicizie, gli amori, l'amore materno, la scrittura e la poesia, ma anche le difficoltà economiche, le delusioni, le crisi, la stanchezza.

ISBN 978-88-95283-89-0; 24 euro

Marco Bianciardi e Felipe Gàlvez Sanchez

Psicoterapia come etica. Condizione postmoderna e responsabilità clinica

Il libro propone e discute una tesi coraggiosa: la psicoterapia può essere considerata una pratica etica piuttosto che scientifica o medica. La pratica psicoterapeutica, infatti, richiede che lo psicoterapeuta assuma responsabilità soggettiva in ordine al proprio modo di vivere questa esperienza. Dunque gli aspetti etici in psicoterapia non si riducono semplicemente alle problematiche deontologiche, alle questioni dei possibili abusi o plagi, ma etica e psicoterapia appaiono strettamente intrecciate fin dal nascere della talking cure (cura attraverso le parole), come la definì la prima paziente di Freud...

ISBN 978-88-95283-84-5; 28 euro

Mario Rossi Monti e Francesca Cangiotti

Maestri senza cattedra. Psicopatologia fenomenologica e mondo accademico

Con interviste a: Arnaldo Ballerini, Eugenio Borgna, Bruno Callieri, Lorenzo Calvi, Luciano Del Pistoia, Filippo Ferro, Ferruccio Giacanelli, Giovanni Gozzetti, Carlo Maggini, Clara Muscatello, Fausto Petrella

Il volume è un importante contributo alla storia della psichiatria. Gli autori, anche attraverso la diretta testimonianza dei protagonisti raccolta in una serie di interviste, ricostruiscono il percorso di dieci maestri di oggi, formati alla scuola dei grandi psicopatologi tedeschi e francesi della prima metà del Novecento. Maestri rimasti "senza cattedra", che hanno diffuso il loro sapere senza il sostegno di un'istituzione come quella universitaria, che continua a emarginare la psicopatologia fenomenologica. Si è trattato di un'occasione perduta, per la psicopatologia, ma anche per l'università italiana.

ISBN 978-88-95283-78-4; 18 euro

Gabriella Mariotti

I fantasmi della notte. Riflessioni psicoanalitiche sulle paure postmoderne

Per la psicoanalisi, ogni accadimento significativo ha un risvolto nel nostro mondo interno, e può riattualizzare elementi del passato rimasti non elaborati. Ecco perchè, soprattutto oggi, l'analista deve affacciarsi al mondo e non trascurare la realtà esterna alla stanza d'analisi; deve confrontarsi con i mutamenti del quadro sociale e ideologico, e in particolare con le connesse manifestazioni di paura e di angoscia. E fino a che punto, si chiede l'autrice, nella società dell'incertezza e della frammentazione, si ha bisogno di avere paura per non cedere all'angoscia? Prendendo in considerazione svariati nessi tra il "sociale" e lo "psichico" - anche avventurandosi su terreni di non stretta pertinenza della psicoanalisi - l'autrice interpreta le "paure postmoderne" che appaiono oggi più diffuse, proponendone un inedito e illuminante "inventario".

ISBN 978-88-95283-78-4; 22 euro

Rose Galante

Perché non lo lascio? Storie e psicoterapie di donne legate a uomini maltrattanti

Questo libro di Rose Galante è un dono fatto insieme alle donne vittime di violenza e agli operatori che se ne occupano. Basato sull'esperienza reale di una donna straordinaria il resoconto che Rose ci fa sui casi da lei seguiti in tanti anni di lavoro, in California e in Italia, è toccante quel tanto che basta per dare l'idea della rilevanza di un problema diffuso e grave, ma nello stesso tempo è abbastanza professionale e scientifico da poter essere proposto come un paradigma formativo per gli operatori dei servizi pubblici e del privato sociale, che al dolore e allo smarrimento delle donne maltrattate devono dare vicinanza affettiva e, nello stesso tempo, risposte efficaci (dalla prefazione di Luigi Cancrini).

ISBN 978-88-95283-76-0; 26 euro

Sandro Panizza

Il divano dei cambiamenti. Tra analista e paziente

La relazione psicoanalitica − sostiene l'autore − non può non coinvolgere anche l'analista, in un continuo scambio di comunicazioni quasi impercettibili, un intreccio interattivo che a volte si raccoglie in nodi più importanti, attivando nuovi atteggiamenti dell'analista e catalizzando cambiamenti nel mondo interno del paziente e nei suoi comportamenti. L'enactment e la self-disclosure, oggetto di studi sempre più numerosi, sono da considerare, secondo l'autore, veri e propri strumenti di lavoro, da ricondurre sempre alle loro radici inconsce, e fattori di cambiamento che si presentano nella quotidianità delle sedute. Portando in primo piano la persona dell'analista, quest'ottica va oltre l'interpretazione e l'insight. Ricco di vignette cliniche, il volume presenta con un linguaggio vivace riferimenti teorici e accostamenti spesso sorprendenti.

ISBN 978-88-95283-22-7; 24 euro

Andrea Scherini, Maria Francesca Agnelli e Miryam Giargia

Il pollo di Diogene. Filosofia per i più piccoli

Si può insegnare la filosofia ai bambini? E inoltre: la filosofia serve ai bambini? Gli autori rispondono affermativamente a entrambi gli interrogativi. Presentata in modo non tradizionale, può stimolare la mente infantile almeno quanto un gioco creativo. Attraverso l'artificio della favola questo libro − all'interno di una tendenza che comincia a diffondersi a livello italiano ed europeo − intende offrire al bambino (8-14 anni) dei "semi di pensiero", piccole sollecitazioni al ragionamento autonomo e alla formazione di un'opinione, attraverso un linguaggio semplice e numerose illustrazioni.

ISBN 978-88-95283-75-3; 25 euro

Anna Ferruta e Paola Zanotti

Un'esistenza murata. La riforma psichiatrica attraverso la vita e l'arte di un uomo

Dal primo ricovero a diciannove anni come "paziente pericoloso a sé e agli altri", alle prime esperienze di psicoterapia psicoanalitica, ai tentativi di reinserimento sociale, agli inizi della psichiatria sul territorio secondo la legge Basaglia, Skillinger ha subìto tutti i tradizionali interventi psichiatrici. La sua vita ci permette di ripercorrere trent'anni di psichiatria in Italia, ed è anche una testimonianza di come la psicoanalisi abbia contribuito alla psichiatria. Skillinger è riuscito a stabilire un legame con gli altri attraverso figure e parole, acquerelli e poesie, a provare piacere nel comunicare, nel farsi conoscere; aiutato dall'Atelier di pittura allestito presso l'Istituto Fatebenefratelli di San Colombano al Lambro. Presente a mostre e convegni internazionali, è diventato un artista quotato sul mercato e un esponente riconosciuto dell'Art Brut. Con una trentina di riproduzioni a colori, il libro si propone anche come una sorta di catalogo della sua produzione.

ISBN 978-88-95283-12-8; 29 euro

Sergio Astrologo

Briciole sparse su una tovaglia da scuotere

Compongono il romanzo il diario e le lettere che Nicoletta M., sola e stanca ("Sono una briciola spinta qua e là dal vento del destino"), scrive tra il 1975 e il 1980, dando ampio spazio alla rievocazione degli anni universitari e dell'impegno politico. Al di là delle vicende personali e a volte rocambolesche di Nicoletta e dei suoi interlocutori − tutti personaggi fittizi − l'autore ci offre in queste pagine una toccante ricostruzione degli anni della contestazione e del movimento delle donne, a partire da testimonianze di prima mano raccolte intervistando numerose protagoniste (imperdibile il racconto della "vacanza femminista" in Calabria nell'agosto 1973).

ISBN 978-88-95283-86-9; 20 euro

Jorge Garcìa Badaracco e Andrea Narracci

La psicoanalisi multifamiliare in Italia

Con la chiusura dei manicomi in seguito alla legge Basaglia, si è ben presto rivelata illusoria l'ipotesi che per risolvere la follia fossero sufficienti il contenimento dei sintomi attraverso la somministrazione di farmaci, la riabilitazione e il reinserimento sociale. Ci si è resi conto che nei casi gravi è necessario andare alla radice psicologica dei problemi, adattando al trattamento delle psicosi lo strumento della psicoterapia a orientamento psicoanalitico, in precedenza applicato prevalentemente ai disturbi nevrotici. C'era inoltre il problema delle famiglie, impreparate a prendersene carico. In questo processo è stata fondamentale la lezione di Jorge Garcìa Badaracco, che negli anni Sessanta del secolo scorso, a Buenos Aires, aveva cominciato a mettere a punto il metodo della psicoanalisi multifamiliare, soprattutto per preparare il rientro a casa dei pazienti dopo il trattamento senza rischiare un nuovo peggioramento. Introdurre i familiari nel trattamento di pazienti psichiatrici gravi costituiva un'innovazione che doveva rivelarsi feconda. Il libro ripercorre l'esperienza di alcune comunità terapeutiche per pazienti psicotici e borderline attive a Roma dal 1997, nel costante contatto con Garcìa Badaracco.
Accanto a un capitolo di sistemazione teorica del metodo, gli autori danno ampio spazio a storie cliniche e resoconti di sedute. Il tutto rende il volume un valido strumento per la formazione di psichiatri e psicoterapeuti.

ISBN 978-88-95283-69-2; 27 euro

Pierpaolo Vettori

La notte dei bambini cometa

Tutti i bambini hanno un "amico immaginario", ma quello di Zeno, un mostro rinchiuso nei sotterranei dell'ospedale Cottolengo di Torino, parla in prima persona e ci racconta la sua storia. Tra il racconto fantastico e il romanzo di formazione, il libro affascina per le invenzioni narrative e l'originalità del linguaggio, felicemente adeguato nel rappresentare − evitando sia i toni introspettivi sia la visione dall'esterno dell'osservatore adulto − i vissuti e le insicurezze di un preadolescente di fronte alle situazioni, spesso indecifrabili, caratteristiche della sua età, dall'amore per la bellissima e irraggiungibile cugina, ai giochi e alle liti con gli altri ragazzi, al dolore per la malattia e la morte del cugino preferito, all'incontro con la problematica e misteriosa Irene D'Arcangelo...

ISBN 978-88-95283-85-2; 15 euro

Alessio Zambon

Allegre incompletezze

Sonia lavora con i malati psichici ed è alla ricerca di una propria identità sessuale attraverso esperienze sempre più estreme, che la pongono di fronte a dubbi e insicurezze. Marco è un educatore dall'etica rigorosa, alle prese con un inasprimento dell'aridità sentimentale che lo ha sempre un po' caratterizzato. è accogliente, affettuoso ma anche duro verso i ragazzi problematici con cui lavora. Omosessuale, prenderà in affido un adolescente gay. Tommaso, assistente sociale, lavora con gli anziani. è mulatto, figlio di un militare americano nero (lui pacifista e antiamericano). Sposato infelicemente, ha un figlio cui non sa dare l'amore che vorrebbe. è vissuto nella fuga da tutto ciò che è duraturo, e dovrà fuggire ancora una volta per poter ritrovare una vita e un figlio.
Il comportamento di Tommaso è all'origine di una rottura degli equilibri all'interno di una relazione a tre apparentemente spensierata ma in realtà molto chiusa e fusionale. Il romanzo segue Sonia, Marco e Tommaso su un periodo di due anni, tra il 2006 e il 2008. Altre storie appaiono e scompaiono lungo la narrazione, e ci mostrano il mondo degli operatori del sociale, in cui gli attuali trenta-quarantenni (i "figli dei figli dei fiori") devono fare i conti con l'eredità della generazione precedente, quella dei sessantottini e, a partire da lì, accettare la sfida di trovare un senso nuovo alla propria esistenza, pur nella percezione del restringersi degli ideali e dell'ampliamento dei compromessi nello spazio di pochi decenni. A meno che non ci si accontenti di "lasciarsi vivere" e basta.

ISBN 978-88-95283-81-4; 15 euro

Agenda





 




Pietro Barbetta, Luca Casadio e Massimo Giuliani

Scrivere ai margini. Per una psicoanalisi sistemica

Attraverso un'ampia ricognizione storico-critica, questo lavoro contribuisce al dialogo in atto tra quella parte della psicoanalisi che privilegia la relazione e la pone come originaria, e quella parte della psicoterapia sistemica che riconosce le proprie radici psicoanalitiche e tende a ripensare e storicizzare la cesura con la psicoanalisi avvenuta oltre trent'anni fa come originata dall'esigenza di un rinnovamento che rendesse l'intervento clinico un intervento sociale, sottraendo il disagio psicologico al privato del setting freudiano tradizionale...

Maria Paola Camassa

La Potente. Il mito della scena primaria

La Potente è la "scena primaria" di cui parla la psicoanalisi, cioè la fantasia dell'accoppiamento sessuale dei genitori. Ognuno di noi vorrebbe mantenere vivo il desiderio infantile, la coppia dei genitori unita. Secondo l'autrice, la Potente è alla base di qualsiasi intreccio. Questo libro ci racconta una versione della scena primaria, la fantasia che la protagonista ha continuato a coltivare fino all'età adulta.

Maria Corvino Forleo

Attraverso il labirinto. La storia di un'analisi

L'analista incontra per la prima volta Francesca ad Assisi. La paziente soffre di una profonda crisi d'identità. Alla fine di una lunga analisi durante la quale ha registrato tutte le sedute, consegna all'analista il materiale e le chiede di sintetizzarlo, per aiutarla a comprendersi ulteriormente. Il libro deriva da questa sintesi. La crisi di Francesca è emblematica di un malessere più ampio che ci coinvolge tutti. L'autrice ha scelto, "nella rielaborazione del materiale, di essere il più fedele possibile al testo prodotto dalla paziente, ma a tratti la narrazione si è intricata a tal punto che luoghi e persone della mia storia personale e della sua si sono naturalmente intersecati, rafforzando la sensazione di uno stato fusionale così profondo da perdere quasi il senso della mia identità e da avvertirmi come un frammento inquieto dell'animo di Francesca".

Maria Gabriella Fornero

I colori dei suoni. La musica nella riabilitazione fisica e psichica

La musica accompagna, solleva, diverte, contiene ed esprime le emozioni, scarica le tensioni, nutre l'anima. L'autrice, musicista e psicologa, presenta la sua esperienza, in cui la musica viene usata nella relazione psicologica per comunicare al di là delle parole. Il metodo presentato è stato sperimentato con gruppi di pazienti psichiatrici, persone affette da sordità e cecità, soggetti cerebrolesi e in coma, verificando i benefici prodotti dalla stimolazione sonora. L'autrice propone poi un'ipotesi interessante sulle possibili concause psichiche della sclerosi multipla, che andrebbe considerata non solo come una malattia organica ma anche come una malattia relazionale.

Marco Francesconi e Daniela Scotto di Fasano

L'ambiguità nella clinica, nella società, nell'arte

L'ambiguità sembra porre oggi una sfida al pensiero e alla psicoanalisi. Noti psicoanalisti e studiosi si confrontano in proposito, toccando diversi ambiti, dalle arti figurative, alla politica, alla chirurgia estetica, alla musica, affrontando i temi dell'ambivalenza, della creatività, del disagio, della verità. "Ambiguità e malafede − sostiene Simona Argentieri − sempre più si configurano come tratti dominanti e invasivi della nostra epoca a livello individuale e collettivo, nelle relazioni amorose e in quelle sociali, nella politica e nella bioetica, poiché, in quanto eludono la verità interpersonale e intrapsichica, sono al tempo stesso una nevrosi e un piccolo crimine, al confine tra la patologia e l'etica."

Istituto di Psicoterapia Psicoanalitica

Narcisismo: politica e società

Oggi il narcisismo patologico è uno dei disturbi di personalità più frequenti, riscontrato sempre più spesso dagli psicoanalisti. Diversi osservatori hanno indagato il fenomeno sul piano sociale evidenziando che con la crisi del sistema consumistico, grande fornitore oggetti da comprare come rimedio ai fallimenti narcisistici e al senso di vuoto incombente, la politica sembra diventare il principale contenitore di emozioni: chi vince le elezioni è il rappresentante di desideri più o meno nascosti dei suoi elettori, e diventa il destinatario di un "culto narcisistico della personalità".
Il volume è ricchissimo di spunti e indicazioni sui comportamenti della classe politica italiana o i dati allarmanti che provengono da realtà come il "Grande Fratello" e alcuni social network, concludendo che gli psicoanalisti non possono non sentirsi chiamati a riflettere su una situazione in cui forse solo la psicoanalisi può offrire strumenti per capire e intervenire, non solo sugli individui ma anche sui gruppi e sull'intera società.

Cristiana Santini

Il dubbio di Teodora

Anna, giornalista e scrittrice, desidera da tempo raccontare la storia di Teodora, la psicoanalista che trent'anni prima le ha consentito di vivere un'esperienza fondamentale.
Teodora, ottantenne, accetta, e il libro scritto a due mani metterà in luce non solo le curiosità intellettuali, gli aspetti umani e le emozioni di una persona eccezionale, idealizzata, amata e odiata dai suoi pazienti, ma anche i retroscena di una professione che, ai non addetti ai lavori, può apparire misteriosa. La storia si popola delle vicende dei pazienti, e si colora del rapporto fra Teodora e Stefano, compagno di liceo ritrovato in circostanze impreviste e sorprendenti: un incontro cruciale, in cui Teodora si è trovata messa in crisi, costretta a rendersi conto della propria fragilità, a mettere alla prova il proprio equilibrio faticosamente conquistato.

Giorgio Sassanelli

L'inconscio questo sconosciuto

L'inconscio, asse portante del funzionamento psichico, è anzitutto un concetto, e come tale va considerato all'interno di una teoria che lo definisca e lo delimiti rispetto ad altri come quelli di preconscio e coscienza. Va anche approfondito il concetto freudiano di pulsione, "al limite fra lo psichico e il somatico", che si colloca a monte della dicotomia tra conscio e inconscio. L'autore rivisita termini e concetti metapsicologici confrontandosi con le acquisizioni delle neuroscienze, e in particolare con il modello teorico elaborato da Antonio Damasio relativamente alla generazione della coscienza e alle sue diverse forme: modello che, oltre a mettere in risalto la dimensione emotiva e corporea nell'emergere del primo livello di coscienza, consente un incontro fecondo con i più recenti orientamenti relazionali della psicoanalisi.

Ksenija Stojic

In viaggio per sempre. Storie cliniche sulla sofferenza

Il libro propone venticinque avvincenti storie di vita, storie di gente come noi. Il lettore si affeziona a Sara, a Anna, a Saverio e agli altri pazienti che portano in psicoterapia la loro sofferenza, il loro scoraggiamento, la loro demoralizzazione. Ma − sostiene l'autrice − la sofferenza, accolta e ascoltata, può diventare una risorsa per conoscersi in profondità, per rivedere i propri obiettivi e le proprie aspettative; è un'occasione di cambiamento e di trasformazione, favorisce un diverso atteggiamento verso la vita. Il "viaggio", una classica metafora della psicoterapia, può trasformarsi così in un "viaggio per sempre".

Rossella Valdrè

La lingua sognata della realtà. Cinema e psicoanalisi nell'esplorazione della contemporaneità

Con molta più forza di altre forme artistiche, il cinema raggiunge tutti, come se quello che vediamo sullo schermo ci appartenesse. Prendendo a prestito le parole di Winnicott, il cinema è una magnifica "area transizionale". Secondo la psicoanalisi, la visione cinematografica è una metafora che può essere utilizzata in seduta con il paziente, perché è l'esperienza più vicina al sogno o alla rêverie: si svolge al buio, richiede rilassamento, solitudine, una certa regressione narcisistica, con l'effetto di escludere la realtà, stimolando le aree più creative della psiche.
Il libro contiene 30 recensioni cinematografiche pubblicare online (2001-2011), in cinque sezioni: "Il soggetto contemporaneo e il passare del tempo"; "Figure della perversione: età di psicopatia e rigetto"; "Femminile, maschile: nuove identità, nuove fragilità"; "Gli altri fra noi: emarginazioni e migranti nel sogno di lamerica"; "Quel che resta di Edipo: la scomparsa del Padre nel postmoderno".


Antigone Edizioni S.a.S. −− Via Pola 15/A, 10135 Torino (TO) −− P.IVA 09341080019